Something went wrong.

We've been notified of this error.

Need help? Check out our Help Centre.

Giulia Nausicaa Bianchi

Giulia Bianchi è una fotografa documentarista che esplora temi quali la spiritualità, il femminismo e la memoria. 

Ha studiato all’ICP di New York ed è stata assistente di Mary Ellen Mark e Suzanne Opton per poi intraprendere la propria carriera di fotografa freelance nel 2011.

Il suo lavoro è stato pubblicato su The Guardian, Vogue America, National Geographic, Marie Claire, TIME, Huffington Post, La Repubblica, Internazionale e molti altri magazine e libri. 

I suoi progetti sono stati esibiti internazionalmente a festival, gallerie e musei, tra cui (solo citandone qualcuno): il Museo di Arte Contemporanea di Zagabria, Palazzo delle Albere a Trento, il festival di Internazionale a Ferrara, Phest festival di Monopoli e Look3 festival in America. 

È nota soprattutto come autrice del progetto WOMENPRIESTSPROJECT che esplora la vita di un centinaio di donne prete cattoliche che disobbediscono alla legge vaticana che gli vieta il sacerdozio. 

Giulia insegna fotografia in diverse scuole e associazioni culturali, tra cui Officine Fotografiche e Mohole a Milano, Camera Torino, Nessuno Press a Brescia, Verona Fotografia, etc. Ha anche creato un percorso formativo indipendente che si chiama IDA Fotografia.

www.giuliabianchi.com 

www.womenpriestsproject.org - www.idafotografia.com

Michele D'Attanasio

E' un direttore della fotografia italiano. Ha vinto il David di Donatello nel 2017 per il film Veloce come il vento di Matteo Rovere. 

Ha contribuito alla realizzazione di oltre 80 cortometraggi, tra cui Zinanà, vincitore del David di Donatello 2004, e Tiger Boy, vincitore del Nastro d'Argento nel 2013. Nel 2008, il suo lavoro sbarca alla Mostra del Cinema di Venezia grazie a Pinuccio Lovero - Storia di una morte di mezza estate

Come direttore della fotografia collabora, tra gli altri, con i registi:

Nanni Moretti, Gabriele Mainetti, Mario Martone, Matteo Rovere, Sergio Rubini, Pippo Mezzapesa, Michele Soavi, Marco Bonfanti, Edoardo Winspeare, Claudio Noce, Vito Palmieri.

Iscritto all'AIC dal 2009.

Filmografia e Premi

Benedetta Donato

Curatrice indipendente e presidente di pianoBI.

Si occupa di progetti espositivi ed editoriali in ambito di cultura visiva, collaborando con fotografi e realtà, quali: case editrici, fondazioni, musei e gallerie d'arte.
Nel 2010 viene inserita all'interno della lista dei Consulenti Esperti dell'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del MiBACT - Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.
Dal 2012 è membro di Progetto Donne e Futuro, per cui rappresenta la sezione Donne e Arte.
Per Giart - società di produzione che ha ideato la serie di film Fotografia Italiana, distribuita da Contrasto - ha curato diverse mostre e pubblicazioni del fotografo Maurizio Galimberti, fra cui: Paesaggio Italia (2013), Portraits (2016), ROMA55 (2016).
In occasione di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, ha ideato e curato la rassegna #18ESPLORAZIONI svoltasi presso Église, centro per la cultura visiva.
Tra le pubblicazioni curate, si ricordano: Francesco Faraci, Malacarne (2016), Angelo Ferrillo, 258MINUTES (2018), Giuseppe Mastromatteo Humanscape, (2018), Nicola Tanzini TokyoTsukiji (2018), Alberto Gandolfo, Quello che resta (2019), Adriano Nicoletti, Approdo (2020).

Lettore portfolio e membro di giuria in manifestazioni di settore nazionali ed internazionali, firma la rubrica Grand Photo Tour pubblicata sulla rivista di settore IL FOTOGRAFO ed è contributing editor per EYESOPEN! Magazine.

È membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Romano Cagnoni e Direttore del Romano Cagnoni Award (RCA), premio internazionale di fotogiornalismo.

Massimo Lechi

Critico cinematografico e teatrale.  

Laureato in Lettere presso l’Università degli Studi di Genova, dal 2006 scrive recensioni e corrispondenze da festival per numerose riviste, tra cui FilmDOC, Il Ragazzo Selvaggio e Marla. I suoi articoli sono apparsi in pubblicazioni greche, canadesi e americane.

Nel 2012 è uscito il suo primo libro, il saggio biografico L’eresia del dolore – Il Teatro di Antonio Tarantino

Socio del SNCCI dal 2011, ha presieduto le giurie:

FIPRESCI al Mannheim-Heidelberg International Filmfestival nel 2014, al Thessaloniki Documentary Festival nel 2015 e all’Istanbul International Film Festival nel 2018. È stato inoltre membro di giurie internazionali ai festival cinematografici di Ankara, Drama, Chemnitz, Pyrgos, Dacca, Pristina, Venezia, Calcutta, Sofia, Limassol, Nicosia, Lipsia, Cracovia, Palić, Duhok, Bydgoszcz, Berlino, Lisbona, Assuan, Motovun, Kiev e Valencia.

Using Format